Aurora firma la spedizione per salvare l'ambiente e trovare il Dirigibile Italia

Una spedizione scientifica nell’Artico, alle Isole Svalbard - chiamata Polar 4 - per quattro settimane, il prossimo agosto, cercherà di comprendere meglio i cambiamenti legati al riscaldamento globale, abbinando a questo altri due obiettivi ambiziosi: esplorare e mappare aree sconosciute dell’Artico e tentare di recuperare la navicella del Dirigibile Italia che, nel 1928, andò dispersa nei ghiacci e che fino ad oggi non è mai stata ritrovata.

La spedizione Polar 4 esplorerà l’Artico con l’utilizzo di golette guidate dal capitano e produttore cinematografico Simone Orlandini e da un gruppo di esploratori artici, ricercatori e giornalisti. Grazie alle telecamere di National Geographic e Rai e alla presenza di corrispondenti di importanti testate internazionali quali The Guardian, Bild, Daily Mail e Young Turks, gli equipaggi dei volontari cercheranno di fare luce sui misteri che si celano nei ghiacci artici e condivideranno le loro scoperte con il grande pubblico, quotidianamente in streaming e tramite la realizzazione di un docu-film sulla coraggiosa spedizione del Generale Umberto Nobile, miracolosamente sopravvissuto, insieme ad altri otto membri dell’equipaggio, grazie alla famosa Tenda Rossa.

Per celebrare la spedizione artica, progetto della organizzazione non governativa World Arctic Fund, Aurora ha dedicato all’evento una nuova penna a sfera, con cappuccio e corpo in resina azzurra e finiture cromate. Si tratta di una penna a sfera e non di una stilografica, perché solo la prima può resistere (e funzionare) a temperature estreme. Prodotta in soli 50 esemplari per l’occasione, la nuova penna Aurora si inserisce nella collezione “Y”, al top nelle vendite della media gamma. La scelta del colore azzurro, creato appositamente da Aurora, rimanda ai ghiacci e al freddo del Polo Nord.

Aurora ha già celebrato, in passato, le gesta del generale Nobile dedicandogli la collezione che porta il suo nome in una edizione limitata e numerata, attualmente in catalogo: 99 stilografiche con cappuccio in oro massiccio, nonché 1919 “stilo” e 999 fine liner con cappuccio vermeil. Le stilografiche hanno un pennino rientrante in oro massiccio 18 carati.

"Oggi come allora - ha dichiarato Cesare Verona, presidente e amministratore delegato di Aurora - siamo dalla parte dei valorosi, degli uomini che si distinguono per il loro coraggio, il loro talento e la determinazione nella ricerca della verità. Per questo abbiamo voluto affiancare l’iniziativa della World Arctic Fund con una nostra penna celebrativa, perseguendo la filosofia che ispira la nostra attività produttiva: fare penne che fissino, in un certo senso, sulla carta, con un tratto originale, le tappe che hanno segnato la storia dell’umanità".